Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Progetto “Il calcio entra nelle scuole”: incontro con gli alunni del Polo 3

L’ovazione riservata all’ingresso degli ospiti non ha avuto nulla da invidiare a quelle domenicali della Curva Nord e, certamente, oltre alle vetrate della palestra, ha fatto vibrare intensamente i cuori della nutrita delegazione rossoazzurra guidata dal presidente Giampiero Maci con il direttore generale Giuseppe Pisanò e composta dai calciatori Iuliano, Palmisano, Favetta, Foggia, Russo, Cianci, Girasole, Guarnieri, Atteo, Tedone, Lobjanidze, Buffa, Occhiuto, dall’allenatore Dino Bitetto e dai dirigenti Dario Primiceri e Giovanni Romano, curatore del progetto.

Entusiasmo alle stelle da parte degli alunni del Polo n.3, ospitato nello “storico istituto” di piazza San Domenico. E’ ormai nel vivo il progetto “Il calcio entra nelle scuole, scopri l’emozione più bella”, promosso dalla società Casarano Calcio, in collaborazione con le scuole primarie e secondarie della città, e finalizzato a sensibilizzare i ragazzi indirizzandoli verso una “vita sana”, cercando di prevenire, così, comportamenti rischiosi e dannosi per la loro crescita.
Dopo l’esecuzione dell’Inno di Mameli, il significativo video preparato dai ragazzi per ricordare il campione Kobe Bryant, tragicamente scomparso, e il saluto del collaboratore vicario Dario De Filippi, è stato il presidente Maci a prendere la parola, innanzitutto per ringraziare per la straordinaria accoglienza, quindi per rimarcare l’importanza dello sport con il calcio che può essere un “veicolo” determinante.  “Mi sono emozionato nel vedere il vostro genuino entusiasmo – ha concluso il presidente – voglio complimentarmi con la Dirigente, i docenti, i genitori e soprattutto voi, cari ragazzi, per questa bella esperienza che resterà a lungo nei nostri cuori”.
Mister Bitetto, invece, ha sottolineato l’importanza di praticare lo sport, affiancandolo ad una sana alimentazione.
Prima dei saluti conclusivi, il dirigente Giovanni Romano ha ricordato le altre fasi del progetto: nelle prossime settimane, saranno gli alunni a ricambiare le visite con la loro presenza agli allenamenti della squadra allo stadio “Capozza”.
Alla fine, autografi per tutti e innumerevoli foto ricordo, a coronamento di una mattinata davvero particolare, soprattutto per i ragazzi.

(Ph. Gigi Garofalo)